Latest Updates

Read about all the latest developments in the ocean protection movement.

 

Fermiamo il Silenzioso Killer dei Mari. I Subacquei Combattono Contro i Rifiuti Marini

Sett. 04/13

Ogni giorno, i subacquei di tutto il mondo si confrontano con il silenzioso killer degli oceani – i rifiuti marini -  dai fondali sino alla superficie. La loro missione durante il “September’s Debris Month of Action”? Ispirare interventi mondiali per rimuovere i rifiuti marini, riportarne i dati e impegnarsi per bloccarne il flusso, combattendo sin dall’inizio questo problema, sempre più devastante.

Ogni anno, i rifiuti marini uccidono innumerevoli specie marine, silenziosamente e inutilmente

Alex Earl - Executive Director della Project AWARE Foundation

Si stima che, ogni anno, entrino negli oceani oltre sei milioni di tonnellate di rifiuti marini. Una volta in acqua, la nostra spazzatura non fa altro che accumularsi: da sacchetti di plastica a contenitori usa e getta, da bottiglie a batterie per auto, da reti strappate a rifiuti industriali.

La Project AWARE sta impegnando la comunità subacquea nella lotta contro questi rifiuti. Questo settembre, partecipando al “Debris Month of Action”, i subacquei e i difensori dei mari possono:

  1. Partecipare al “Dive Against Debris” con un compagno, oppure unendosi ad un evento comunitario. I subacquei e gli organizzatori dell’evento, per dare una mano alla “svolta”, possono munirsi del loro toolkit e riportare i dati di ciò che hanno raccolto direttamente online.
  2. Fare una donazione, per aiutare a impedire ciò che accade ogni anno: la morte di migliaia di animali marini, per aver mangiato spazzatura o esservi restati intrappolati. Ora, per tutto il settembre 2013, Oris Watches – sponsor del Dive Against Debris – donerà la stessa cifra, sino ad un totale massimo di $10,000.
  3. Impegnarsi col Dive Against Debris tutto l’anno: i primi 50 “Dive Against Debris Heroes” che lo faranno riceveranno una t-shirt, da indossare orgogliosamente.

Alex Earl - Executive Director della Project AWARE Foundation - afferma: “Ogni anno, i rifiuti marini uccidono innumerevoli specie marine, silenziosamente e inutilmente. Ma i subacquei stanno utilizzando le loro capacità per contrastarli, contribuendo contemporaneamente alla raccolta dei dati che ci servono per dimostrare la reale portata del problema della spazzatura che finisce in mare e ad escogitare soluzioni”.

E Ulrich Herzog - Executive Chairman della Oris Watches – prosegue: “L’immersione subacquea fa parte del patrimonio Oris da ormai molto tempo, pertanto siamo felici di sostenere il programma Dive Against Debris della Project AWARE. Siamo sempre stati sostenitori della tutela dei mari, e quello dei rifiuti marini è un problema di cui troppe persone non sanno nulla: attraverso il nostro programma “doniamo quel che avete donato voi”, vogliamo contribuire ad una maggior consapevolezza, ed aiutare a proteggere tutti i mari”.

La spazzatura marina, dilagante ovunque, distrugge habitat e mette a rischio non solo la nostra salute, ma anche l’economia. Possiamo trovarla anche nei mari più remoti, dove – purtroppo - resterà per generazioni. Insieme, possiamo bloccare questo disastro con interventi locali e sostenendo cambiamenti politici.

Per altre informazioni e scaricare ciò che serve per entrare in azione, visitare projectaware.org