Latest Updates

Read about all the latest developments in the ocean protection movement.

 

I 5 più importanti fatti reali che i fan degli squali devono conoscere

Ago. 21/14

Sono passati ormai molti anni dai giorni terroristici del film del '70, Lo Squalo, che instillava la paura degli squali, non solo del Grande Bianco, ma di tutti. Ma, grazie alla nuova scienza, all'impegno ed ai media sociali – gli ambientalisti stanno sfatando questi “eterni” miti sugli squali, ed assicurando la tutela che serve ad alcune delle specie oceaniche più vulnerabili in assoluto: i pinna bianca, i martello e gli  smeriglio.

Mentre ci sono molti aspetti preoccupanti nel far credere a tutti che gli squali sono pericolosi, la Shark Week fa tuttavia qualcosa di buono, e cioè provoca una formidabile attenzione verso queste specie, così come opportunità per canalizzarne il fascino a favore di una più ampia consapevolezza e di interventi di tutela

Sonja Fordham, Fondatrice e Presidente della Shark Advocates International

Purtroppo, l'annuale follia della Shark Week, su Discovery Channel, sfrutta come non mai la “cultura” pop ed il sensazionalismo dei media: con titoli quali “Sono sfuggito ad uno squalo 2”, “Lo squalo martello mostro” e “Lo Squalo colpisce ancora”, la programmazione di quest'anno sta ottenendo un record di registrazioni domestiche.

Mentre l'educazione di massa e la programmazione dei media su queste meravigliose e misteriose creature sono componenti critiche per la sopravvivenza degli squali, ciò può rivelarsi una spada a doppio taglio quando si tratta della loro tutela.

Sonja Fordham, Fondatrice e Presidente della Shark Advocates International, nonché leader nel campo della tutela degli squali per quasi due decenni, è lapidaria: “Mentre ci sono molti aspetti preoccupanti nel far credere a tutti che gli squali sono pericolosi, la Shark Week fa tuttavia qualcosa di buono, e cioè provoca una formidabile attenzione verso queste specie, così come opportunità per canalizzarne il fascino a favore di una più ampia consapevolezza e di interventi di tutela.”

Durante la Shark Week, utilizziamo la potenza dei nostri network online per ispirare  “veri” fan degli squali: fan che sappiano quali squali (e loro parenti stretti) hanno urgentemente bisogno di protezione.

I 5 più importanti fatti reali che i fan degli squali devono conoscere

  1. Gli esseri umani dovrebbero essere i protettori degli oceani, e tuttavia oggi sono da considerare i veri “mostri degli abissi”. In troppi luoghi stiamo svuotando di squali gli oceani. Secondo i risultati del primo studio realmente mondiale sul rischio di estinzione - condotto dallo “IUCN Shark Specialist Group” - il 25% di tutti gli squali e razze è a rischio di estinzione.
  2. Shark Week non dice tutta la verità sulle sue preziosissime star: gli squali martello smerlati (Sphyrna lewini) sono stati classificati dallo IUCN nella Red List come “Minacciati in tutto il mondo”, cosa che li pone fra le specie di squali migratori più a rischio in assoluto. Mentre nessuno può dirsi in salvo, gli Squali Bianchi sono tra quelli più tutelati in tutto il mondo. I loro cugini più prossimi, tuttavia, non se la passano altrettanto bene: i diffusissimi squali mako vengono pescati in modo molto pesante in tutto il mondo, senza alcun limite internazionale e neppure Europeo, mentre, negli US ed in Canada, gli smeriglio (Lamna Nasus)  possono ancora essere sbarcati nonostante servano loro molti decenni per riprendersi dalla pesca eccessiva.
  3. La pesca, il commercio ed il mercato subiscono pochi controlli. La richiesta di pinne di squalo sta portando alla devastante pratica dello “shark finning” e, in molti luoghi, l'interesse gastronomico per squali e razze sta crescendo. Una pesca assolutamente incontrollata ed il cosiddetto “bycatch” (la cattura per errore) stanno portando molte popolazioni di squali e razze sull'orlo del collasso: per noi, come cittadini e consumatori, è arrivato il momento di sfruttare il nostro potere. Pressate i vostri politici a promuovere la salvaguardia di squali e razze, e non aprite il vostro portafoglio per acquistare prodotti derivanti da squali e razze, salvo siate certi che la cosa sia sostenibile.
  4. La diversità è la chiave. Per la tutela degli squali, non abbiamo un solo proiettile d'argento. Le varie regioni hanno problemi, risorse ed approcci differenti: hanno bisogno di un forte porfolio basato su scienza e/o limiti di cattura precauzionali, efficaci bandi di cattura degli squali, riduzione del bycatch, protezione areale, misure commerciali e, per salvaguardare queste diverse specie, di consapevolezza a tutti i livelli – internazionale, nazionale e locale - da parte dei consumatori. Ciò detto, anche piccoli passi possono aiutare: fanne uno, ed inizia la tua campagna personale!
  5. Gli esseri umani sono i più grandi fan degli squali. Sono i subacquei e gli appassionati di squali come te a fare la differenza: grazie al sostegno dei fan degli squali, abbiamo assicurato alcune fantastiche vittorie per i nostri amici acquatici. Tuttavia siamo ancora lontani da quella definitiva: unisciti al movimento e sostieni le strategie per salvaguardare gli squali per il futuro.

Gli squali hanno bisogno di te: grazie per esserti dimostrato vero fan degli squali durante la Shark Week e tutte le altre settimane!