Latest Updates

Read about all the latest developments in the ocean protection movement.

 

Il Debris Month of Action: prepariamoci ad un boato!

Ago. 21/14

Settembre è il Debris Month of Action della Project AWARE: il periodo in cui, migliaia di subacquei di tutto il mondo, si uniscono per combattere i rifiuti marini – i silenziosi killer degli oceani. Ma non pensare che si tratti solo di una singola immersione nella quale si rimuove la spazzatura. E' molto, ma molto di più: è un grido di battaglia! Un boato, se preferisci, per segnalare uno dei massimi problemi del nostro tempo: i rifiuti marini!

Il prossimo settembre, raduna i tuoi migliori amici subacquei, andate nel vostro sito d'immersione preferito e “Dive Against Debris” (Immergetevi a caccia di rifiuti): è il modo migliore per utilizzare al meglio le vostre capacità subacquee, e il Debris Month of Action è il momento più adatto per farlo.

Con eventi che, questo mese, si terranno in tutto il mondo, ecco due possibilità partecipare – dipendentemente dal tuo livello di comfort:

  1. A chi è un attivista della comunità o un nuovo volontario subacqueo potrebbe piacere unirsi ad un evento Debris Month of Action già pianificato. E' il modo migliore per partecipare, col movimento locale, alla battaglia contro i rifiuti e contemporaneamente, saperne di più sul “trash diving”: e …  ci potrebbero scappare anche una ricarica gratis oppure un bel barbecue post-immersione.
  2. Se preferisci combattere i rifiuti in modo assolutamente libero, o nella tua zona non riuscissi a trovare neanche un evento pianificato, puoi comunque immergerti per la causa, in qualsiasi momento ed in qualsiasi luogo tu voglia: ti basta essere sicuro di iniziare con la pinna giusta, e cioè con gli strumenti ed i suggerimenti dell'Action Kit .  

Ricordi che partecipare al Debris Month of Action è qualcosa di più di un semplice cleanup?

Non importa il modo in cui ci aiuterai nel Debris Month of Action: assicurati di inviarci i tuoi dati (OK, te lo chiedo per favore). Certo, ci vorrà tempo per suddividere i rifiuti, registrare tutto ciò che hai trovato e poi inserire i dati nel nostro portale online, ma queste informazioni sono la linfa del cambiamento.

Solo quando sapremo quali sono i tipi, le quantità di spazzatura che hai rimosso e da dove proviene saremo in grado di mostrare la dimensione del problema dal nostro specialissimo punto di vista: quello dei subacquei. E, armati di queste informazioni, potremo lavorare assieme ai politici ed ai nostri partner commerciali per impedire, prima di tutto, che i rifiuti finiscano in mare.

Nulla della nostra spazzatura appartiene ai mari! Sii pronto a farti sentire, non solo nel Debris Month of Action di settembre, ma anche dopo: ti garantisco che te ne saremo grati!