Grande Vittoria per gli Squali

Oct. 02/12

È appena pas­sato un anno da quando, esat­ta­mente l’8 giugno 2011, la Project AWARE ha rimesso a fuoco, rilan­ci­ato e rin­no­vato il suo – e nos­tro — impegno nel portare avanti le sfide per la tutela dei mari; e che anno è stato: un turbinio di crescita, inno­vazione ed ecc­i­tazione tutto gra­zie anche a te.

La tua voce ed il suc­cesso di questa petizione per­me­t­ter­anno a Project AWARE di pre­sentare nei luoghi più oppor­tuni, inclusa la Con­ven­tion on Inter­na­tional Trade in Endan­gered Species

Le vit­to­rie – una dopo l’altra — ci sti­molano a restare moti­vati, e a con­tin­uare a far pres­sione; quindi, in occa­sione del nos­tro primo anno “com­pleanno”, eccoti alcuni dei prin­ci­pali suc­cessi che abbi­amo ottenuto:

Abbi­amo scosso il Pianeta Oceano facendo nascere il più grande e diver­si­fi­cato movi­mento di sub­ac­quei di tutta la terra: siamo oltre 800.000, e aumen­ti­amo costan­te­mente! Con lo scopo di unire le varie col­lab­o­razioni, Project AWARE ha messo a punto una mis­sione più impeg­na­tiva ed un piano strate­gico, così come ha real­iz­zato ampie soluzioni online, un sito web, stru­menti, ed una “eco-comunità”, My Ocean, per restare col­le­gati ed impegnarsi.

Grandi vit­to­rie per gli squali – con il tuo aiuto, il clam­ore per la tutela degli squali è aumen­tato: siete in oltre 100.000 ad aver fir­mato la nos­tra petizione “Give Sharks a Fight­ing Chance”. La tua voce ed il suc­cesso di questa petizione per­me­t­ter­anno a Project AWARE di pre­sentare nei luoghi più oppor­tuni, inclusa la Con­ven­tion on Inter­na­tional Trade in Endan­gered Species (CITES – il più impor­tante ed effi­cace accordo sulla tutela ambi­en­tale), argo­menti suf­fi­ci­enti a far cam­biare le scelte politiche.

Movi­menti di massa sui rifiuti marini – par­liamo di spaz­zatura da molto tempo ma, quest’anno, abbi­amo lan­ci­ato l’assoluta novità del “Dive Against Debris”, un pro­gramma — solo per sub­ac­quei ed esclu­si­va­mente legato all’immersione: è il primo pro­gramma che si occupa di rifiuti som­mersi nel quale i sub­ac­quei pos­sono fare la loro parte in qual­si­asi momento, ovunque, tutto l’anno, e dare il loro aiuto per “fare la dif­ferenza”. Abbi­amo co-fondato anche un’alleanza mon­di­ale, la Trash Free Seas Alliance, per con­trastare la ques­tione rifiuti marini in modo col­let­tivo ed internazionale.

Siamo davvero ecc­i­tati per le vit­to­rie “oceaniche” che potremo ottenere negli anni futuri, e con­sid­e­ri­amo un priv­i­le­gio rap­p­re­sentare tutti i sub­ac­quei, pro­fes­sion­isti e non, con un’unica voce: quella dei tutori degli oceani, pro­prio là dove serve di più. Gra­zie di cuore!