Storica Decisione per la Sopravvivenza degli Squali Prossimi All'Estinzione

Mar. 15/13

Oggi, l'Assemblea Plenaria del CITES ha accettato le raccomandazioni del Comitato a proposito dell'inserimento nella “CITES Appendices” di cinque specie di squali altamente minacciate, di ambo le specie di razze ed una di pesci sega. Il Giappone, appoggiato da Gambia ed India, ha inutilmente tentato di opporsi alla decisione del Comitato di inserire nell'elenco lo Squalo Longimanus, mentre Grenada e Cina non sono riuscite a riaprire il dibattito sull'inserimento di tre specie di squali martello. Colombia, Senegal, Messico ed altre Nazioni sono scese in campo per difendere la decisione di inserire gli squali presa dal Comitato.

Siamo orgogliosi che la voce dei subacquei abbia contribuito ad ottenere questa storica pietra miliare per la tutela di squali e razze

Ania Budziak, Project AWARE Associate Director

“Siamo sinceramente emozionati dai risultati e dalla portata dell'impegno dei vari Governi che li hanno resi possibili”, afferma Amie Brautigam, Marine Policy Advisor della Wildlife Conservation Society. “Queste decisioni - per altro fortemente osteggiate - di rafforzare i regolamenti del CITES sul commercio internazionale di squali e razze, si basano su solide basi costruite in oltre vent'anni:  hanno debellato la strenua opposizione di elencare le specie di squali e si applicheranno su scala commerciale.”

Il “Longimanus”, lo “Smeriglio”, tre specie di squali martello ed ambo le specie di razze – tutti pesci classificati come “a rischio” nella IUCN Red List – ora saranno aggiunti alla CITES Appendix II, che assicura che le esportazioni siano sostenibili e legali. I soli squali già elencati dal CITES prima di questo incontro – elefante, balena e bianco – non sono stati considerati e, pertanto, non rientrano tra quelli appena inseriti. Il “freshwater sawfish” non sarà spostato dall'Appendix II alla I, nella quale rientrano tutti gli altri pesci sega: con ciò, si completa il bando totale del commercio internazionale di queste specie a elevatissimo rischio di estinzione.

“Siamo grati ai Governi proponenti per aver riconosciuto il valore di avere popolazioni di quali e razze in buona salute ed aver sostenuto le nostre proposte”, dice Ania Budziak, Project AWARE’s Associate Director. “Siamo orgogliosi che la voce dei subacquei abbia contribuito ad ottenere questa storica pietra miliare per la tutela di squali e razze.”

Tra i Proponenti  dei vari elenchi ci sono i 27 Stati Membri dell'EU, Australia, Brasile, Colombia, Isole Comore, Costa Rica, Croazia, Ecuador, Egitto, Honduras, Messico e gli USA. Le proposte su squali e razze hanno ricevuto più dei due terzi di voti necessari per l'adozione del provvedimento, mentre l'ingresso nell'elenco del “sawfish” è stato raggiunto tramite consenso.

“Ora, sapendo che le proposte del Comitato non sono state disattese, ci concentreremo sulla fase – decisamente essenziale – della loro implementazione”, afferma Sonja Fordham, Presidente della Shark Advocates International.  “Esortiamo tutte le Parti a riconoscere, con assoluta priorità, l'urgenza della situazione di squali e razze, e ad iniziare a lavorare per assicurare la sostenibilità del commercio internazionale delle specie appena inserite”.